[Oggi ricordo
il giorno fortunato
che ti ha donato al mondo.]

Tante primavere,
seppur così ben spese,
non sono poi bastate
a renderti più lieve

l’inverno del tramonto.
Saggezza e tolleranza,
coraggio ed onestà,
altruismo e carità

sono le tue virtù.
Un animo gentile,
una mente curiosa
fanno di te un maestro

per me, per la mia vita.
Tu sempre comprensivo
e pronto a perdonare,
una parola buona

per tutti avevi sempre.
I libri che hai lasciato,
gli appunti, i tuoi pensieri
mi indicano la strada:

la saprò seguire?
E oggi che festeggi
in cielo il compleanno,
non ti scordar di me:

di te ho ancora bisogno.
In questo nuovo anno
donami, mio sole,
la forza ed il coraggio,

la speranza e l’ardore
per mettermi in cammino
e seguire il sentiero,
sii tu la mia guida

perché la mia esistenza
sia ancora quel giardino
che io desideravo,
che avevo preparato.

Per coltivarlo, ora,
ci vuole tanto amore:
mi basta il tuo pensiero
per farlo rifiorire.