El traductor de Cambridge

  • Titolo: El traductor de Cambridge
  • Titolo originale: El traductor de Cambridge
  • Autore: Fernando Báez
  • Casa editrice: Ediciones Lengua de Trapo SL
  • Anno e mese di edizione: marzo 2005
  • Traduttore: – (in lingua originale)
  • Genere: narrativa
  • ISBN: 84-96080-46-3
  • Pagine: 157
  • Trama: Questo libro, in cui la storia viene narrata dal punto si vista di un assassino colto, sadico ed eternamente in cerca della bellezza, affronta il tema degli impulsi distruttivi dell’uomo come parte integrante della sua cultura, partendo dall’anelito di uccidere che sorge nel protagonista e confrontandolo in seguito con il desiderio di distruzione, che troppo spesso porta le nostre società a provocare il caos in Paesi che consideriamo lontani e pericolosi. La narrazione, divisa in quattro parti, è intervallata da alcune pagine del blog che il protagonista, un traduttore arabo, aggiorna regolarmente con i particolari dei suoi pensieri più intimi.
  • Commenti: Questo romanzo ha soltanto due particolari che mi attirano: il fatto che il protagonista sia un traduttore e il fatto che nella narrazione trovino posto alcuni post del suo blog. Per quanto riguarda il primo punto, debbo precisare di aver acquistato questo libro alla fiera “Più libri, più liberi” nel 2013 mentre cercavo un libro che parlasse proprio di un traduttore. Tuttavia, francamente, la storia, mentre mi ha attirato per i particolari relativi al lavoro del protagonista, mi ha leggermente deluso a causa della violenza di certi episodi. In particolare, mi ha lasciato sconcertata il proposito di stabilire una relazione con una ragazza soltanto per ucciderla: proposito che può suonare “barbaro” ma che è certamente scaturito da un trauma subito dal protagonista. Concludendo, quindi, si tratta di una storia cruda che fa riflettere su quanto siano complessi e difficili i rapporti umani e la convivenza nelle società moderne.